.

Quali sono le reali motivazioni per le quali tantissimi celiaci, anche quando sono nelle condizioni economiche per farlo, non spendono?

.

Articolo a cura di Pierpaolo Guadalupi

.

In giro per l’Italia, negli ultimi 12 mesi, ho sentito varie teorie sugli *effetti collaterali* derivanti dalla Celiachia. Per i vari approfondimenti sull’argomento consigliamo di frequentare i canali social dell’Associazione Italiana Celiachia.

DI SICURO VI DIRANNO CHE TRA *QUESTI* NON ESISTONO LIVELLI DI STRONZAGGINE E TIRCHIAGGINE PIU’ ELEVATI RISPETTO ALLA MEDIA RELATIVA ALLA POPOLAZIONE “NORMALE”.

Per tutti i San Tommaso lì fuori, che leggono l’articolo, abbiamo voluto testarne sul campo la veridicità andando a visitare di persona ben 10 attività sparse per tutto lo stivale. Seguitemi per vedere come funziona il sistema.

.

Abbiamo scoperto che in alcune attività specializzate del nostro settore gli affari vanno a gonfie vele ed i celiaci spendono di tasca propria

.

.

Mi dispiace essere proprio io a svelare questa dura e cruda verità, amica/o mia/o. La tua zona non è differente rispetto a tutte le altre. Lo abbiamo constatato dal vivo in diverse regioni d’Italia ed ecco quali sono le motivazioni.

E’ UN FATTORE DI ABITUDINI CONSOLIDATE DA QUANDO LA CELIACHIA E’ ENTRATA PER LA PRIMA VOLTA SUGLI SCAFFALI DELLE FARMACIE ABILITATE ALL’EROGAZIONE DEI PRODOTTI “.

Le farmacie ed i Negozi specializzati Senza glutine, in un arco temporale complessivo che dura da oltre 40 anni, hanno abituato la popolazione celiaca a gestire l’acquisto dei prodotti esclusivamente con il Sistema dei buoni ASL.

.

Affidiamoci alla psicologia generale che studia il comportamento dei consumatori. Quali sono i criteri decisionali di acquisto?

.

.

In quanto esseri umani, ci piace credere di essere persone che prendono sempre decisioni razionali. Invece non funziona esattamente così, my friend. Le scelte di acquisto fanno riferimento a 2 sistemi principali di attivazione.

IL SISTEMA NUMERO 1 RAPPRESENTA L’ATTIVITÀ COGNITIVA AUTOMATICA E INCONSCIA. ED E’ UTILIZZATO QUASI SEMPRE DAL NOSTRO CERVELLO IN OGNI OCCASIONE DI ACQUISTO .

Richiede uno sforzo minimo, se non nullo. È veloce, è Primordiale in termini di evoluzione (spesso viene indicato come “cervello rettiliano”, sede degli istinti primari). Ha una grande capienza ed è illogico. Spieghiamolo meglio.

.

Vi starete chiedendo in cosa consiste il secondo sistema, che prende parte nei criteri decisionali di acquisto nel campo della Celiachia?

.

.

Il sistema 2 rappresenta l’attività cognitiva cosciente e razionale. Ecco le sue caratteristiche: Richiede molto sforzo, È lento, è moderno, nuovo in termini di evoluzione ha una capienza ridotta e richiede la massima concentrazione.

SE IL CELIACO RICONOSCE LA VOSTRA ATTIVITÀ COME UNA RIVENDITA DI PRODOTTI CONFEZIONATI EROGABILI, FARA’ UNA GRAN FATICA A METTERE MANI AL PORTAFOGLIO

E’ una questione radicata nella cultura del nostro mercato di nicchia che è molto difficile da poter modificare. E allora come funzionano esattamente le attività che hanno capito il meccanismo che porta il celiaco a spendere?

.

Quali sono le due motivazioni che determinano l’acquisto da parte di un celiaco che possano giustificare l’utilizzo dei soldi cash?

.

.

I Celiaci, esattamente come la maggioranza dei consumatori di alimenti “normali”, per il principio dei 2 sistemi descritti nei paragrafi precedenti, si sentiranno nelle condizioni ideali di spendere soldi cash in due modalità.

LA PRIMA AVVIENE ALL’INTERNO DI UN’ATTIVITÀ CHE ABBIA UN LABORATORIO ARTIGIANALE CHE SIA IN GRADO DI  CREARE UN’OFFERTA COMMERCIALE CON PRODOTTI APPENA SFORNATI.

La nostra indagine sul territorio conferma tutte le relazioni teoriche che la psicologia ci fornisce per spiegare i fenomeni a cui molto spesso non riusciamo a dare una spiegazione logica e razionale. Manca l’ultimo aspetto.

..

Qual è la seconda modalità che pone il consumatore del nostro mercato nelle condizioni di acquistare i prodotti con i soldi cash?

.

.

I Supermercati e gli ipermercati hanno abituato, da sempre, tutti i consumatori ad acquistare con i soldi cash ogni tipo di categoria merceologica. Sono le abitudini che determinano i criteri decisionali di compravendita dei prodotti.

ED OVVIAMENTE GLI STESSI IDENTICI PRINCIPI NON SONO DIFFERENTI NEL NOSTRO SETTORE. ECCO PER QUALE MOTIVO I CELIACI, A PARITA’ DI PREZZO, COMPRANO SOLO CON I BUONI DA TE .

Per le nostre attività specializzate non sarà semplice. Capire determinati meccanismi è fondamentale per effettuare un’analisi più reale rispetto a ciò che ci circonda. L’importante è capire che il futuro è sempre nelle nostre mani.

.

.

Lascia un commento